Italiano | English
SORGENTE DEL LITTO

 

 

 

L'area del LITTO, riveste un importante ruolo come snodo ai vari percorsi ambientali che si diramano all'interno dell' area montana e verso la limitrofa area del Parco naturale del Partenio ed è inoltre un oasi paesaggistico ambientale di pregevole importanza. L'area, infatti, ha una notevole rilevanza strategica ed è posta ai limiti della fascia di transizione collinare scarsamente urbanizzata e segnata dalla delicata struttura della viabilità pedemontana.

Posta a circa 650-750 ml. s.l.m., dove è presente una sorgente, si rileva una fustaia di Faggio, con individui coetanei e altri di dimensione notevole, con il sotto bosco rappresentato da Ilex acquifolium, Festuca ecc. lembo boschivo di notevole interesse Floristico-Ambientale;

La varietà geomorfologia dei suoli, composti da materiali vulcanici, calcarei ed argillosi ha favorito con il tempo il qualificarsi della ricchezza ambientale in favore di una importante diversificazione della flora e della fauna. La sentieristica presente nell'area garantisce bene la fruizione turistica di ogni segmento sotto tutela e la percorribilità all'interno dell'areale del Parco del Partenio, di cui fa parte il territorio del area in esame.

Infatti, camminando, si possono incontrare specie animali e faunistiche caratteristiche della zona del Baianese, nonché scorci paesaggistici di notevole pregio.

 

 

La Volpe è facilmente osservabile, soprattutto di notte o di mattina presto, anche nei centri abitati; anche la Donnola, il Cinghiale, la lepre domestica, la Faina e il Tasso sono abbastanza comuni. Tra gli anfibi si ritrovano la salamandrina, il rospetto, la raganella; tra i rettili la vipera. L'orbettino e la lucertola campestre.

Molti sono gli uccelli: il pettirosso, la pica, il merlo, la taccola, la civetta, l'assiolo ed altri. Il territorio è caratterizzato da una forte componente forestale che, seppure fortemente ridimensionata negli anni dall'azione di "conquista"operata dall'uomo in favore delle attività agricole e pastorizie, costituisce, ancora oggi, uno degli elementi propri del luogo fra i più importanti e nel contempo una delle risorse più importanti per lo sviluppo sostenibile locale. Le origini della zona sono ascrivibili intorno al 1200, quando fu edificato nella zona montana a circa tre km. ad est dall'attuale Mugnano, un piccolo centro abitato denominato il Litto, protetto da un vicino castello (del quale è visibile ancora qualche rudere).

Secondo la tradizione storiografica locale, nel corso del Basso Medioevo gli abitanti di Litto, e degli altri borghi limitrofi: Ponte Mignano e Camillano, per motivi non ben chiari, si trasferirono a Mugnano abbandonando i propri villaggi, i quali progressivamente scomparvero.

 


first time buyer conveyancing